Conosci davvero le tue sopracciglia?

La forma dell’arco sopraccigliare influenza notevolmente l’espressione del viso, questo è un dato di fatto molto importante del quale qualsiasi truccatore dovrebbe tenere particolarmente conto. E’ risaputo infatti che nel trucco di carattere, lo studio delle espressioni  ha un ruolo rilevante. Questo genere di trucco serve a disegnare sul viso dell’attore le caratteristiche fisionomiche del personaggio da interpretare. E grazie a questo Make-Up, un abile attore riesce meglio a trasformare se stesso e a calarsi in modo perfetto nei panni del soggetto che deve interpretare. In questo genere di trucco la linea delle sopracciglia gioca un  ruolo da leone.

Va da sé che quando viene studiato uno stile personalizzato per il viso, le sopracciglia dovranno intonarsi a esso, così come il resto del trucco e l’acconciatura. Bisogna però plasmare le varie forme nel totale rispetto della morfologia del volto, ovvero creare un trucco in stile che sia studiato per quel dato viso e non appiccicato su di esso come una maschera estranea.

Un bravo truccatore deve riuscire a visualizzare la forma corretta, cercando di fare i conti con la naturale disponibilità di peli naturali. Questo perché è auspicabile un arco il più possibile naturale e il meno possibile ritoccato col trucco. Ma attenzione: mai sacrificare la naturalezza al miglioramento. Meglio sopracciglia abbellenti e armoniose ma artificiali che naturali ma penalizzanti per l’intero viso, per la sua espressione e per la vivacità di insieme.

Come scegliere allora, o capire quale forma meglio si addice ad un volto?

Il professionista, estetista o truccatore, deve attenersi a uno studio di tipo geometrico ricordandosi che la parte ascendente deve essere sempre più lunga di quella discendente e che il punto di altezza deve dominare entrambe le parti.

 

CONDIVIDI