Diventare un make-up artist professionista è questo il sogno nel cassetto che accomuna i partecipanti al talent Aegyptia Fashion Lab che si cimenteranno in sfide a colpi di colore per conquistare la finale e vincere l’ambito premio.
La semifinale di Bari si svolgerà mercoledì 30 Giugno e vedrà impegnate truccatori ed estetiste dell’Accademia Estélite, dalle ore 16,00 alle 18,00. I lavori verranno valutati da una commissione esaminatrice che deciderà chi tra di loro avrà la possibilità di accedere alla finale.
Giunta alla sua 9° edizione, la gara ha l’obbiettivo di permettere ai concorrenti di mostrare le loro evoluzioni, le competenze acquisite durante il loro percorso accademico presso le più importanti scuole e Beauty Accademy italiane di estetica e trucco.
Diventare un professionista richiede studio, conoscenze e competenze e ad oggi sono moltissimi le persone che decidono di avvicinarsi a questo straordinario mondo fatto di colori, polveri e rossetti volendo far diventare una passione un lavoro. “Se si ha una vocazione, inseguirla e dare a sé stessi una possibilità è un obbligo morale, è il modo più efficace per affrontare con grinta e determinazione gli ostacoli e le difficoltà che ad un certo punto si affronteranno nel mondo del lavoro. Ed è partendo da questa considerazione che l’edizione di quest’anno acquisisce doppiamente importante, proprio perché chiede a tutti i ragazzi di mettersi alla prova dopo un percorso di studi che è stato un vero è proprio percorso ad ostacoli, uno stop and go continuo a causa della pandemia che ha costretto gli studenti a seguire le lezioni da remoto per un lungo periodo”. Dichiara Emanuele Giunta, amministratore unico di BCM Cosmetics società organizzatrice insieme a 360° Back e Aegyptia Milano Makeup della manifestazione. “Quest’anno abbiamo inserito tra i mood che i ragazzi dovranno scegliere, in un’ottica di modernità social oriented, anche un trucco che sia adatto ai social visto che come professionisti un domani potranno essere chiamati a collaborare anche con questa realtà sempre più importante in termini di immagine.”
Nel corso degli anni sono state migliaia le figure che hanno preso parte ad Aegyptia Fashion Lab, sfidandosi per aggiudicarsi la vittoria, che hanno poi avuto modo di intraprendere una carriera lavorativa nel settore del beauty.


LA GARA
Uno spiccato senso artistico, creatività e accuratezza sono questi i principali requisiti richiesti ai partecipanti che nell’arco di due ore, questo il tempo che verrà messo a loro disposizione, dovranno eseguire un maquillage unico e ricco di personalità.
Beauty, fashion e glamour. Partendo dall’analisi di un trend che verrà rivelato solo a inizio gara, verrà chiesto di sviluppare, su loro stessi o su una modella, un total look dal trucco al hairstyling che dovrà attenersi alle tendenze sfilate sulle passerelle a febbraio 2021. Per imparare ad ampliare le proprie capacità, per sviluppare la propria professione a 360 gradi, per essere dei vari e propri esperti di bellezza.
Come per la scorsa edizione la manifestazione sarà organizzata in versione digitale attraverso la piattaforma Zoom, sarà inoltre possibile assistere alla finale sui canali ufficiali di Facebook e Instagram della società BCM Cosmetics.

A FINALE
La sfida conclusiva tra i talenti del futuro si terrà giovedì 8 luglio. Anche in questo caso verrà chiesto ai finalisti di mettere alla prova la loro capacità creativa sviluppando un total look su una modella che verrà loro attribuita ad inizio gara. La finale inoltre sarà caratterizzata dall’inserimento del contest di body tendence. I gruppi partecipanti, allievi della prestigiosa scuola BCM di Milano, dovranno sviluppare il tema: “Visione di moda futura dipinta su corpo”. I lavori al termine verranno presentati nell’ambito di una sfilata.
LA GIURIA
Anche quest’anno il talent si svolgerà online e a giudicare i lavori attraverso le dirette sulla piattaforma Zoom una giuria d’eccezione formata da famosi makeup artist, beauty e fashion editor che nel corso della sfida finale seguiranno on-line passo per passo il lavoro dei candidati. Avranno il compito di giudicare l’attinenza del look, lo stile, la creatività, la competenza ma anche la personalità e il talento.